Da Rimini a Parigi

Anteprima del volume "Francesca da Rimini" di Francis Marion Crawford per Sarah Bernhardt (1902) tradotto da Letizia Imola

Da Rimini a Parigi
Anteprima del volume Francesca da Rimini,  tragedia in cinque atti e un prologo, d
i Francis Marion Crawford per Sarah Bernhardt, 1902
Traduzione dal francese di
Letizia Imola
Presentazione di Natascia Tonelli, postfazione di Ferruccio Farina
Editore Vallecchi 2021

Illustreranno e commenteranno l’opera Letizia Imola e Natascia Tonelli
insieme a
Lia Celi che leggerà brani della tragedia

RIMINI | 3 agosto | ore 21.00 | Corte di Palazzo Gambalunga

Nel primo semestre 1901, appena i giornali enfatizzarono la notizia che D’Annunzio era intento a comporre la sua Francesca da Rimini immerso in estasi poetiche e amorose insieme a Eleonora Duse, Sarah Bernhardt incaricò il bravo scrittore italo-americano Francis Marion Crawford di procedere nella stessa direzione creando una nuova Francesca da mettere in scena con cui dimostrare il suo indiscusso primato sulle scene d’Europa e d’America.

Nonostante i suoi sessant’anni, avrebbe interpretato lei stessa la giovane appassionata figlia di Guido da Polenta che il bravo Crawford le avrebbe confezionato su misura per lei. La tragedia ebbe l’esordio il 22 aprile 1902 al Théâtre Sarah-Bernhardt di Parigi con un successo i cui echi giunsero fino alle Americhe.

Successo a Parigi e ancora a Londra nella tournée del giugno 1902. Di certo dovuti al poetico testo di Crawford, alla traduzione in francese di Schwob e, soprattutto, a Sarah, vera creatrice e direttrice di tutto lo spettacolo.

Il testo di Crawford non è mai stato tradotto in italiano né dall’originaria versione inglese del 1901, né dalla versione francese tradotta da Marcel Schwob nel 1902.

Non è difficile immaginare il perché, pensando a quanto disturbo avrebbe recato al potente D’Annunzio la compresenza di una Francesca da Rimini in concorrenza con il suo “poema di sangue e di lussuria” sul quale aveva investito tanto della sua reputazione.

Ora Letizia Imola pone rimedio all’immeritata damnatio memoriae italiana con la sua magistrale traduzione che ci permette di assaporare, attraverso l’opera di un grande scrittore, il fascinoso mondo del teatro francese della Bella Époque di cui Sarah Bernhardt è stata indiscussa regina. E pone anche in giusta luce un prezioso tassello di quel variegato e sfavillante mosaico che fa, di Francesca da Rimini, uno dei miti più diffusi e più amati della modernità.

 

Sarah nelle vesti di Francesca da Rimini

 

Manifesto pubblicitario della tragedia di Francis Marion Crawford

 

 

Letizia Imola ha studiato lettere moderne tra Siena e Parigi. Si è occupata del romanzo nel secondo Novecento francese (Nouveau Roman, Oulipo) e della poesia di Jules Laforgue. Dal 2019 è redattrice della rivista di poesia e poetica Formavera. Scrive e traduce dal francese e dall’inglese.

Natascia Tonelli insegna letteratura italiana all’Università degli Studi di Siena. Le sue ricerche si sono prevalentemente rivolte alla letteratura dei primi secoli (Cavalcanti, Dante, Petrarca, Boccaccio e lirica latina del Quattrocento), alla tradizione delle forme poetiche, alla poesia contemporanea (Zanzotto, Giudici, Raboni). I suoi ultimi libri sono Fisiologia della passione. Poesia d’amore e medicina da Cavalcanti a Boccaccio (Firenze 2015), Per queste orme. Saggi sul Canzoniere (Pisa 2016), Leggere il Canzoniere (Bologna 2017). Condirige la rivista Per leggere e la collana Didattica&Letteratura (Loescher). Fa parte del Comitato Nazionale per le celebrazioni del settecentenario dantesco e del Comitato scientifico dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio.

Ferruccio Farina, storico, autore di ventitré volumi monografici, saggi su riviste scientifiche e divulgative. Nel 1980 ha fondato la rivista “Romagna arte e storia”, della quale è direttore responsabile. Docente a contratto di materie storiche alla Facoltà di Sociologia dell’Università degli studi di Urbino Carlo Bo (1998-2013).
Da oltre vent’anni si dedica allo studio del mito di Francesca da Rimini. Sul tema ha pubblicato nel novembre 2019, il volume Francesca da Rimini, Storia di un mito. Letteratura, teatro, arti visive e musica tra XIV e XXI secolo, Maggioli Editore, 2019.
Ha fondato nel 2006 il “Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini” e, in collaborazione con UCLA, “Center for Medieval and Renaissance Studies” di Los Angeles, ha organizzato le “Giornate Internazionali Francesca da Rimini” che hanno avuto luogo in Italia e in America, giunte nel 2018 alla decima edizione (www.francescadarimini.it).
Ha ideato e progettato FRANCESCA2021 | Tributo a Dante e a Francesca da Rimini nel Settimo Centenario della morte del Poeta

INFO
Ingresso gratuito
Rimini:  Biblioteca Gambalunga 0541.793851 | Prenotazioni

http://www.francescadarimini2021.com | http://www.francescadarimini.it
info@francescadarimini.it

L’evento fa parte di
FRANCESCA2021
Tributo a Dante e a Francesca da Rimini nel VII centenario della morte del Poeta
Trenta appuntamenti culturali da marzo a dicembre 2021 nei territori malatestiani tra Romagna e Marche promossi dai Comuni di Rimini e di Gradara con la collaborazione delle Regioni Emilia-Romagna e Marche e di Apt Servizi dell’Emilia Romagna su idea e progetto di Ferruccio Farina, Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini

www.francescadarimini2021.com/eventi